Casarecce speck, radicchio e fontina valdostana

IMG_4069
 La scoperta di questa ricetta è legata al bellissimo ricordo di una mini-vacanza in Toscana, quando  Mario ed Ilary erano piccolissimi, e Paolo non era ancora nato. Le due anziane signore che gestivano questo agriturismo in un magnifico casale immerso tra le colline e i vigneti di Colle Val D’Elsa, una sera per cena ci proposero questo piatto. Ci piacque talmente tanto che io e mia sorella non resistemmo nel chiedere la ricetta e d’allora…….è diventato un nostro cavallo di battaglia, anche perché, oltre ad essere buonissimo, si prepara in pochissimo tempo, e questo è sempre un vantaggio per noi mamme, ma anche per chi lavora e torna tardi la sera ma non vuole rinunciare ad una cenetta gustosa!

Ingredienti x 4

1 scalogno
2 cespi di radicchio trevigiano (quello lungo)
200 g di speck dell’Alto Adige
200 g di fontina Valdostana
350 g di casarecce
olio evo
sala

 

Informazioni

tempo: 20 minuti
difficoltà: bassa
costo: basso

Preparazione

Metto la pentola con l’acqua salata per cuocere la pasta. Affetto lo scalogno e lo faccio soffriggere in padella con poco olio, taglio lo speck a straccetti con le mani e lo butto in padella con lo scalogno. Taglio a striscette il radicchio e lo lavo sotto acqua corrente, poi lo unisco agli altri ingredienti in padella, copro con il coperchio e lo lascio andare a fuoco medio finché non sarà morbido, poi tolgo il coperchio e lascio asciugare un po’.

Regolo di sale, stando attenta  a non esagerare visto che la presenza dello speck dona già una certa sapidità a questo piatto. Calo le casarecce e mentre cuociono taglio a cubetti la fontina. Quando la pasta è giunta a cottura la faccio saltare in padella con il condimento, poi spengo la fiamma e unisco i cubetti di fontina. Mescolo bene per far sciogliere il formaggio ed impiatto.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Scrivi il primo commento!

avatar
1000

wpDiscuz