Noodles esotici 5/5 (1)

noodles
Quante volte avrete visto nei cartoni animati giapponesi mangiare questi simpaticissimi vermicelli con una voracità tale da farvi venire l’acquolina in bocca? Ricordo puntate di Lamù o di Honly e Benji, con i protagonisti di turno inginocchiati intorno ai caratteristici tavolini, e quelle fantastiche scodelle di bambù fumanti nelle quali venivano servite esotiche zuppe con i nostri noodolini all’interno. All’epoca non immaginavo neanche potessero esistere degli spaghetti diversi dai nostri, mentre oggi, la globalizzazione ha aperto le frontiere a tantissimi ingredienti provenienti da altre culture, e ammetto di esserne una grande appassionata: ogni volta che vedo qualcosa di nuovo e strano al reparto etnico del supermercato, non resisto alla tentazione di comprarla. Certo le scoperte non sono sempre in positivo, ma è il rischio che bisogna correre nella sperimentazione!!! Con questi noodles esotici invece, vi garantisco che non correrete nessun rischio! E’ una ricetta che ho elaborato seguendo quello che mi piace degli usi orientali in abbinamento al nostro modo di cucinare e alle nostre splendide materie prime. Come i gamberi rossi di Mazara,che se comprati freschi costituiscono circa il 70 % del costo nella spesa di questo piatto, ma avendone la necessità si possono comprare surgelati, il cocktail di spezie, sapori e profumi che compone la ricetta lo renderà comunque saporito e molto, molto esotico!
P. S. se non trovate il latte di cocco, versate 50 g di cocco rapè in 100 ml di latte parzialmente scremato e portatelo ad ebollizione, poi filtratelo ed utilizzatelo come da ricetta.

Ingredienti x 4

3oo g di noodles
12 gamberi rossi ( possibilmente freschi)
2 zucchine
2 carote
1 porro
1 radice di zenzero ( o zenzero in polvere )
100 ml di latte di cocco
salsa teriyaki ( se non la trovate andrà comunque bene la salsa di soya dolce )
curcuma, curry, paprika e coriandolo macinati a piacere
olio evo
sale

Informazioni

tempo: 4o minuti
difficoltà: bassa
costo: medio

Preparazione

Per prima cosa pulisco i gamberi, un’operazione che mi piace tantissimo. Stacco la testa, tolgo il carapace e sfilo l’intestino ( quel filo nero presente sul dorso ). Li sciacquo sotto acqua corrente e metto da parte. Con le teste e i carapaci invece, preparo un fumetto mettendoli in una padella con un filo d’olio e due o tre bicchieri d’acqua, copro e faccio andare a fuoco lento. Trito il porro e lo metto a soffriggere in padella con un filo d’olio.

Aggiungo tutte le spezie in polvere,  dosandole a seconda del mio gusto ( io di solito abbondo con curcuma e curry ) e le lascio tostare pochi secondi. Lavo le verdure, pelo le carote, e le taglio a bastoncini insieme alle zucchine. Metto tutto nella padella con porro e spezie e, dopo averle fatte saltare un attimo verso la salsa teriyaki, più o meno 4/5 cucchiai. Lascio cuocere le verdure a fuoco vivo per qualche minuto poi aggiungo il latte di cocco e lo zenzero fresco grattugiato.

Mentre le verdure vanno, controllo il mio fumetto. Schiaccio bene le teste dei gamberi, per lasciar fuoriuscire tutto il loro sapore, spengo la fiamma e filtro il liquido,che andrò ad usare come acqua di cottura per i miei noodolini direttamente in padella. Quando le verdure sono ammorbidite ( ma non troppo, devono restare un po’croccanti ) regolo di sale e aggiungo i noodles, verso anche il fumetto di crostacei e porto a cottura, non ci vorrà molto, giusto il tempo di restringere un po il sugo, i noodles hanno una cottura molto veloce. Controllo ancora una volta la sapidità e se è il caso regolo. Spengo la fiamma ed aggiungo i gamberi, mescolo bene per farli cuocere con il calore della zuppa ed in fine impiatto.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Scrivi il primo commento!

avatar
1000

wpDiscuz